r/ HDPE Bottle to Bottle - la soluzione ecosostenibile


Produciamo materia prima secondaria ottenuta dalla conversione di scarti di bottiglie, di flaconi ed imballi per la realizzazione di nuovi contenitori in HDPE.

Colori disponibili:

Flaconi, bottiglie ed imballi in plastica HDPE: la soluzione ecosostenibile di Forplast.

Gli imballi di plastica (polietilene ad alta densità) non sono nemici dell'ambiente purché correttamente smaltiti. Pensiamo alla plastica come un materiale organico naturale, che per i suoi tanti vantaggi è stato largamente utilizzato come nel caso dei flaconi e bottiglie, diventando per alcune applicazioni praticamente insostituibile (si pensi al monouso in campo medicale).
Smaltire oggetti ed imballi in plastica senza criterio non è solo sbagliato, ma produce conseguenze tristemente negative quali:
- la contaminazione irrimediabile dell'ambiente, a discapito della flora, della fauna e della vita dell'uomo.
- Equivale ad “uccidere” un materiale che potrebbe tornare a vivere, essendo totalmente riciclabile e riutilizzabile per la produzione di nuovi flaconi e bottiglie in HDPE senza doverle ricavare da plastica vergine ottenuta da nuove estrazioni. È uno spreco di risorse (che sono limitate), un dispendio inutile di denaro ed un evidente contributo all’aumento incontrollato dell’inquinamento.

bottle to bottle

Il sistema Bottle to Bottle proposto da FORPLAST è un chiaro esempio di quello che in Italia viene chiamato "economia circolare", messo a punto per consentire la drastica riduzione dell’inquinamento ambientale da residui di plastica con un processo ripetibile nel tempo.
In Forplast questo è possibile e reale grazie all'innovazione tecnologica, all'ingegneria ed alla robotica applicata alle tecniche di identificazione e selezione di prodotti in plastica smaltiti in discarica, ovvero misti con ogni tipologia di altro rifiuto.
Le tecnologie di Forplast sono innovative, e permettono di identificare gli scarti in HDPE, come quelli in PP e differenziandoli anche per colore e forma.
Con queste nuove tecnologie Forplast recupera alte percentuali di “rifiuto di plastica”.
Il “rifiuto” dopo essere stato igienizzato e miniaturizzato, è lavorato con speciali macchinari per diventare nuova materia prima (materia prima secondaria) in forma di granulo.
Forplast è in grado di “coltivare” la materia prima secondaria con le specifiche commissionate proprie clienti, in modo analogo a quanto avviene per le materie prime vergini che hanno differenti gradi e versioni, per soddisfare le diverse necessità di produzione. Forplast è orientata alle esigenze dei propri clienti, con garanzia di qualità.